martedì, 21 Dicembre, 2021

SOLDI E MUNNEZZA. Gare d’appalto dei rifiuti truccate in 44 comuni, Carlo Savoia in carcere. Ai domiciliari Marcello Iovino e Pippo D’Auria.

Tra gli indagati anche il sindaco di Curti, Antonio Raiano, il comandante della Polizia municipale Igino Faiella, il funzionario del Comune di Caserta Giuseppe D’Auria e l’ ex responsabile del settore ambiente Marcello Iovino.

Share on facebook
Share on twitter
Share on telegram
Share on whatsapp

Associazione per delinquere, turbata liberà degli incanti, turbata libertà dei procedimenti di scelta del contraente e di corruzione, falso in atto pubblico. Sono queste le accuse che hanno portato il Giudice per le Indagini Preliminari, Ambra Cerabona, ad emettere delle misure cautelari nei confronti di nove persone.

In particolare, per gli indagati è stata prevista l’applicazione:

  • Della misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di:

Pasquale Vitale;

Gennaro Cardone;

Marcello Iovino;

Giuseppe D’Auria;

Antonio Raiano;

Igino Faiella.

  • Della misura del divieto di dimora nella provincia di Caserta e nel Comune di Napoli nei confronti di:

Anna Scognamiglio;

Ernesto Scamardella.

In carcere, invece, è finito l’imprenditore Carlo Savoia.

Nelle prossime ore su ilpungolo.it tutti i particolari dell’ordinanza e dei relativi capi d’accusa, indagato per indagato.

Potrebbe interessarti anche

Sondaggio Amministrative a Capua: Romano e Brogna i più conosciuti ma i meno attraenti. Del Basso la più stimata

Carmela Del Basso sindaca ‘per’ Capua: ecco le liste

Biodigestore, Napoletano (FdI): “Consiglio da rinviare. Vi spiego il perché”